Dacia Manto

Artworks

Biography

Dacia Manto si è a lungo dedicata — attraverso video, installazioni, disegni e performance — a una personale ricerca e mappatura del paesaggio e dello spazio naturale,  con particolare interesse per i territori fluviali e palustri, residui di boschi planiziari, periferie marginali e semiselvatiche. Documenti poetici in cui si riflette il suo sguardo sulla natura, i suoi lavori sono opere aperte e precarie, in cui la pratica dell’artista si intreccia con lo studio della botanica e delle scienze. Dacia Manto ha esposto presso istituzioni museali pubbliche come il Pav di Parco d’Arte Vivente a Torino, il Mar di Ravenna, il Mart di Rovereto, il Mac di Lissone, la Fondazione Remotti, la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, la Galleria Civica di Trento, il M.A.G.A. di Gallarate, il Museo della Città di Rimini, il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, il PAC di Milano, La Strozzina – Centro di Cultura Contemporanea di Firenze, il Musée d’Art Moderne di Saint-Etienne, la Biennale di Poznan, e in un progetto di Arte Pubblica per Tusciaelecta.

Dacia Manto works with video, installation, drawing, wallpaper and performance with the goal of mapping and investigating natural landscapes, with special interest for river surroundings, marshlands, the remains of lowland forests, subsidiary and semi-wild peripheries. Her works are open-ended and precarious, where the practice of the artist embraces the study of botany and the natural sciences. Dacia Manto has exhibited in a number of institutions such as the Pav, Living Art Park in Turin, the Mar in Ravenna, the Mart in Rovereto, the Mac in Lissone, the Remotti Foundation, the Galleria Civica in Trento, the M.A.G.A. of Gallarate, the Pecci Centre from Contemporary Art in Prato, the PAC in Milan, the Centre for Contemporary Culture La Strozzina in Florence, the Musée d’Art Moderne of Saint-Etienne, the Biennale in Poznan. In 2013 she inaugurated a permanent installation in Tavarnelle Val di Pesa within the project of public art of Tusciaelecta.

Exhibitions

Gorgoscuro

25 May – 5 July 2017