AltiPiani è un progetto ideato e organizzato da Roberto Farneti, Van Der e Di/Da. Due o tre volte l’anno AltiPiani apre le porte di due appartamenti di Via Andreas Hofer, 36 nel centro di Bolzano per un appuntamento speciale. Vi porta ai piani alti dell’edificio per presentarvi una serie di mostre d’arte che si sviluppa negli spazi domestici del terzo e quarto piano.

Nel secondo dopoguerra Giorgio de Chirico organizzava le sue mostre nell’appartamento di via Mario de’ Fiori a Roma, a inizio ’90 Hans Ulrich Obrist apriva la sua casa di San Gallo per The Kitchen Show. Come scriveva Gaston Bachelard: “la casa ci consente di sognare in pace”. AltiPiani è una panoramica (d’altronde dai piani alti si ha sempre una bella vista) sul lavoro di giovani artisti che stimiamo e promuoviamo. Il nome del progetto fa riferimento, infatti, a un territorio pianeggiante ma posto ad altitudini elevate. Inoltre è omaggio a luoghi celebri e bellissimi di queste zone come Siusi, Villandro, il Salto. Ed è anche un gioco di parole che con ironia richiama le stanze del potere, i cosiddetti piani alti. In questo caso il potere è quello dell’arte.

AltiPiani is a project by Roberto Farneti, Van Der and Di/Da. Two or three times a year AltiPiani leads you into two apartments of Via Andreas Hofer, 36 in the city center of Bolzano for a special occasion. It will take you to the upper floors – the “piani alti” – of the building to feature a series of art exhibitions within the domestic spaces of the third and fourth floors.

After World War II Giorgio de Chirico organized his exhibitions in the apartment in via Mario de’ Fiori in Rome, at the beginning of the 1990s Hans Ulrich Obrist opened his home in San Gallo for The Kitchen Show. As Gaston Bachelard wrote: “the house allows us to dream in peace”. AltiPiani is an overview (from the upper floors you always have beautiful views) on the work of young artists that we value and promote. Besides, the name of the project refers to a flat territory placed at high altitudes and it is therefore a tribute to famous and beautiful places in these areas such as Siusi, Villandro, and Salto. But the name of the project is also a pun that, with irony, recalls the echelons of power, the so-called Piani Alti. Here, the power we are talking about is the power of art.

Silvia Giambrone | Marco Gobbi
Barbara De Vivi | Karin Welponer
Giorgia Severi | Fabrizio Prevedello